Installare PHP

In questo articolo vedremo quali sono i metodi e gli strumenti  che abbiamo a disposizione per installare PHP sul nostro computer. Prenderemo in considerazione sia i principali pacchetti software autoinstallanti, sia le procedure manuali adatte ai diversi sistemi operativi.

Zend Server

Come suggerisce il nome, Zend Server nasce in casa Zend, azienda leader nel panorama PHP e principale sostenitore dello sviluppo del linguaggio. Disponibile per Windows, Linux e Mac OS X, Zend Server è adatto a preparare sia un PC di sviluppo sia un server di produzione.

Viene distribuito in due versioni, la community edition è gratuita e permette l’installazione di PHP (5.2 e 5.3) su Apache o IIS, MySQL (solo su Windows e Mac OS X), Zend Java bridge, driver per Oracle, Zend Framework, Zend Optimizer+ e Zend Debugger.

La versione commerciale dello Zend Server integra ulteriori funzionalità, pensate principalmente per server di produzione: sistema di caching delle pagine, sistema di gestione di una coda di job, monitor degli script PHP e tracing del codice, supporto allo Zend Server Cluster Manager.

La gestione dello Zend Server e la configurazione di tutte le sue componenti avviene attraverso una comoda interfaccia web.

 

XAMPP

XAMPP è una distribuzione gratuita di Apache 2.2, MySQL 5., PHP 5.3 e Perl 5.10 disponibile per Windows, Linux, Mac OS X e Solaris. Il pacchetto è ricco di ulteriori programmi utili allo sviluppo: OpenSSL, phpMyAdmin, Webalizer, server e client FTP, server Mail, ecc..

La versione Windows di XAMPP installa anche un pannello di controllo per l’avvio e l’arresto dei server Apache, MySQL, FileZilla (FTP) e Mercury (posta).

 

EasyPHP

EasyPHP è una distribuzione di PHP 5.3, Apache 2.2, MySQL 5.1 e PhpMyAdmin 3.3 per Windows. Attraverso un sistema di moduli è possibile installare facilmente anche le più diffuse applicazioni web, tra cui Joomla, Wordpress, Drupal, phpBB, ecc..

EasyPHP aggiunge una icona nella system tray di windows da cui è possibile avviare ed arrestare Apache e MySQL, accedere ai log di Apache e MySQL, aprire l’interfaccia web di configurazione, ecc.

Pagine: 12
Effettua l'accesso o registrati per inserire un commento