Presentazione dello Zend Framework

Introduzione

Se avete maturato un po' di esperienza in PHP sapete bene come gran parte del codice di un nuovo lavoro può essere ereditato dai precedenti progetti: le funzioni per collegarsi al database, quelle per gestire i template, quelle per l'autenticazione dell'utente, ecc.. Accanto al codice da voi prodotto, forse usate anche diverse librerie di codice realizzate da terzi: Smarty per gestire i template HTML, FPDF per creare PDF, PHPMailer per inviare email complesse, ADODb per interagire con i diversi database, la miriade di classi PEAR, ecc.. La mole di codice PHP oggi a nostra disposizione è davvero cospicua, e ciò ci assicura una certa libertà nell'organizzazione delle applicazioni.

Ma questo scenario non è privo di problemi. Infatti l'integrazione del nostro codice con quello delle diverse librerie non è sempre immediata. Le dipendenze ed i requisiti dei componenti non sono omogenei ed inoltre capita che alcune librerie non vengano più sviluppate e trovare supporto diventa difficile. Altre volte la documentazione è scarsa oppure non in linea con le nuove versioni del codice.

Per risolvere questo caos negli ultimi anni sono nati i cosiddetti framework, collezioni organiche di codice PHP da utilizzare per costruire applicazioni, disponibili già da lungo tempo per altri linguaggi (.NET e JAVA ad esempio). Alcuni di questi framework sono progetti originali, altri prendono spunto da framework di successo di altre tecnologie. La maggior parte però viene portata avanti da piccoli gruppi di sviluppatori, con il supporto di comunità più o meno grandi e, nonostante alcuni abbiano raggiunto una buona diffusione, nessuno di questi si può considerare oggi uno standard.

In questo contesto nasce lo Zend Framework, un progetto dell'azienda leader nel panorama PHP, che vuole mettere ordine nella realizzazione di programmi PHP, fornendo strumenti in grado di soddisfare le esigenze comuni e risolvere i problemi che quotidianamente uno sviluppatore deve affrontare.

Pagine: 12 3 4 5
Effettua l'accesso o registrati per inserire un commento