Presentazione dello Zend Framework

PHP Collaboration project

Anche se PHP ha conquistato un'enorme diffusione, negli ultimi anni si è rafforzata l'idea che mancasse ancora qualcosa per rendere questo linguaggio adatto anche agli ambienti enterprise (grosse aziende coinvolte in progetti complessi). Se guardiamo alle piattaforme concorrenti ci accorgiamo che, accanto alle differenze dei linguaggi, PHP non possiede una raccolta di codice ufficiale, universalmente riconosciuta. Il JAVA ad esempio dispone delle classi del JDK, della piattaforma J2EE, dei framework Struts, JSF, ecc. I linguaggi della piattaforma .NET possono contare sull'enorme quantità di componenti racchiusa nel .NET framework. Per non parlare del successo di Ruby ottenuto soprattuto grazie al framework Rails. E' vero che anche per PHP, come anticipato, sono stati realizzati diversi framework, ma nulla di paragonabile alle soluzioni disponibili alle tecnologie concorrenti.

Ma c'è ancora un altro aspetto che, secondo l'analisi fatta da Zend, limita la diffusione di PHP negli ambienti enterprise: la mancanza di un ambiente di sviluppo evoluto in grado realmente di ridurre i tempi di realizzazione delle applicazioni. Chi ha utilizzato il Visual Studio, Eclipse o Netbeans sa di cosa stiamo parlando.

La Zend nell'ottobre del 2005 ha deciso pertanto di avviare un progetto in collaborazione con diversi giganti dell'informatica (IBM, Intel, Oracle, MySQL, Amazon, eBay, Paypal, Joomla, solo per citarne alcuni) per dare al PHP proprio ciò che a suo parere ancora gli manca. Tale progetto, denominato PHP Collaboration Project, si concretizza in tre principali obiettivi:

  • realizzare un Framework opensource con la stessa filosofia alla base di PHP: semplicità, versatilità e potenza
  • realizzare un ambiente di sviluppo opensource per PHP, basato sulla piattaforma Eclipse.
  • realizzare un sito web attorno al quale aggregare la comunità di sviluppatori PHP

Di tutti e tre gli obbiettivi oggi è disponibile un risultato tangibile. Lo Zend Framework raggiungerà la versione 1.0.0 stabile fra pochi giorni ed è già pronto per l'uso. IBM e Google lo stanno già impiegando nella realizzazione di applicazioni web 2.0. L'ambiente di sviluppo Eclipse PDT (PHP Development Tool) è un promettente IDE, gratuito, e dotato di numerose funzionalità. Non ha ancora raggiunto una versione stabile, prevista per settembre 2007, ma può essere già utilizzato, scaricandolo dal sito http://www.zend.com/pdt. Infine il sito web devzone.zend.com, sebbene ancora giovane, è sicuramente un progetto promettente e presto vedrà importanti aggiornamenti, in occasione dell'uscita del framework.

Effettua l'accesso o registrati per inserire un commento